Fixed vs Growth mindset – Il potere dell’Ancora

Se ti fossi ritrovato ad affrontare un compito molto difficile, ma alla fine non fosse andata molto bene, quale sarebbe stata la tua reazione?

“Non lo so fare” oppure “Non lo so fare ancora ?

Quell’“ancòra”, ci dà un’ importante differenza di mentalità che la psicologa Carol Dweck, chiama fixed contro growing mindset: mentalità fissa contro mentalità crescente.

Le persone che hanno una mentalità fissa evitano il conflitto, credono che le loro qualità base, i loro talenti innati siano stati dati in una certa quantità e che siano abbastanza forti per avere successo. Hanno un problema: vogliono sempre apparire intelligenti perché, credendo di avere un livello di intelligenza fisso, che non può essere modificato, non vogliono rischiare di sembrare stupidi agli occhi degli altri. Quando sbagliano, sembrerà loro impossibile redimersi. Non credono di poter crescere o migliorare. Per questo tipicamente amano documentare tutte le loro vittorie passate, come dei trofei.

Le persone con un mindset crescente invece, credono che tutto si possa fare con la pratica, lo sforzo, la perseveranza. Amano imparare, credono che nella vita ci siano infinite opportunità. Per loro, le abilità e i talenti che hanno di base sono solo un punto di partenza per lo sviluppo del loro potenziale. Attenzione, non credono che tutti siano uguali, ma sono sicuri che tutti possano diventare più brillanti se ci provano.

Una mentalità crescente non è impossibile da sviluppare, vediamo cosa potrebbe aiutarci:

1) Riconosci le tue debolezze e abbracciale.

É importante essere sinceri con se stessi, riconoscere i propri limiti e affrontarli in maniera diretta. Non sei bravo con i numeri? Assicurati che quando li gestisci tu sia calmo e abbia la possibilità di rivedere ciò che hai fatto più volte. Se credi di essere un procrastinatore, creati delle abitudini specifiche che ti aiutino a smettere di rimandare le cose!

2) Le sfide sono delle opportunità.

Quasi nulla riesce a far sviluppare una persona più di prendere delle decisioni difficili. Le opportunità di conoscerci accrescono tante quante volte sfidiamo noi stessi. Per non continuare a sentire insoddisfazione dobbiamo lasciare la strada sterrata e passare per la “porta stretta”; hai mai sentito parlare di come solo lasciando la propria comfort zone si arrivi a fare cose grandi? Vale la pena quindi rischiare un fallimento, perché alla fine non sarà mai un vero fallimento!

3) Hai un tuo personale stile di apprendimento, sfruttalo.

Sei una mente fotografica? Hai bisogno di ripetere varie volte per memorizzare?  Schemi, disegni, scarabocchi, colori ti aiutano a ricordare? Il tuo approccio all’apprendimento è importante, impara come funziona la tua mente e sfrutta qualsiasi metodo che ti aiuti ad imparare qualcosa!

4) Anche il tuo cervello cambia durante la vita.

Quando ci ritroviamo ad affrontare nuove situazioni o nuovi ambienti, il nostro cervello si riorganizza e si “rieduca”. Avere consapevolezza che persino il nostro cervello cambia e si adatta, ci fa venir voglia di chiederci: “perché io dovrei restar sempre uguale”?

5) Liberati dalla ricerca di approvazione.

Quando ti preoccupi più dell’approvazione altrui rispetto che di imparare cose nuove, allora stai negando al tuo potenziale di crescere. Per il tuo bene non devi preoccuparti di ciò che le altre persone pensano di te, devi concentrarti sul migliorare te stesso. È più importante imparare qualcosa piuttosto che non farlo per il giudizio che gli altri possano avere delle tue azioni.

6) Non conta il risultato finale ma il processo.

Quando si ha un mindset crescente la volontà di imparare e continuare ad imparare vale più di ciò che poi si impara effettivamente. Una persona dal mindset crescente capisce che qualsiasi crescita è un processo, non una mèta, ma soprattutto che lungo il percorso accadono le cose più importanti da imparare, per la strada si collezionano tutte lezioni inaspettate.

7) Scegli di imparare bene piuttosto che velocemente.

Prenditi il tempo di fare errori. Scegli di imparare bene piuttosto che di fretta. Imparare a fare qualcosa non è una cosa che si può fare velocemente. Sii realistico rispetto al tempo che ci impiegherai ad imparare una cosa di tuo interesse in modo soddisfacente e calcola sempre che c’è bisogno anche di fare degli errori per imparare la lezione!

9) Ricompensa gli sforzi e le azioni, non le caratteristiche personali.

Quando una persona sta facendo qualcosa di creativo o di particolarmente intelligente, faglielo sapere. Ma non personificare il suo gesto; ad un “Come sei intelligente!” preferisci “Che cosa intelligente!”, così la stimolerai a continuare a fare altre cose intelligenti piuttosto che farla sentire semplicemente intelligente per quella cosa.

10) Impara a dare e ricevere delle critiche costruttive.

Hai mai pensato che se qualcuno è capace di individuare una tua area di debolezza e di segnalartela, sei fortunato? Una persona dal mindset crescente lo penserebbe! La critica, quando detta con gentilezza, è sempre un punto di partenza per migliorare e se qualcuno è riuscito ad individuare qualcosa prima di te e te lo dice, ti ha risparmiato sicuramente del tempo!  

11) Non smettere mai di imparare. Fissati un nuovo obiettivo per ogni obiettivo raggiunto.

Non ci sarà mai un tempo in cui potrai dire di aver imparato tutto. Aver terminato un corso, un progetto, un esame, non significa che dovrai abbandonare la materia. Le persone con un mindset crescente si fissano continuamente nuovi obiettivi per rimanere motivati. Un buon metodo per migliorare se stessi e rimanere ispirato nella vita è quello di crearti una routine di almeno 10 minuti al giorno in cui ti eserciti ad imparare qualcosa, una lingua, uno strumento, cucinare.

12) Rifletti su quello che impari tutti i giorni.

Accertarti di assorbire davvero tutto ciò che ti capita di imparare durante una giornata anche se significa segnarti sulle note del cellulare una parola o fare una veloce ricerca su un tema uscito durante la pausa pranzo e di cui non sapevi molto! Ogni volta che fingiamo di sapere qualcosa e non facciamo domande, perdiamo l’occasione di crescere!

13) Alimenta la grinta.

Abbi sempre passione in ciò che scegli di fare così avrai la perseveranza per poter andare avanti. Avere un grosso interesse per ciò che fai a lavoro ti tiene motivato e ti aiuta ad avere successo.  

14) Sentire il bisogno di migliorarsi non significa aver fallito prima.

Al contrario! Significa che sei sul binario giusto ma che non sei ancora completamente arrivato. Ma dopo aver letto il principio 6, vorresti mai sentirti “arrivato”?

Ed ora chiediti: una cosa non la sai fare oppure non la sai fare… ancora?

Federica Basile

Executive Assistant – Axcent System Engineering Srl

Facebooktwitterlinkedin